CUI - Cursos regulares e intensivos Marzo 2014




Verso una prospettiva dei VINCOLI :“Ho sceso milioni di scale dandoti il braccio”

Nell’antica Grecia, la xenia riassumeva il concetto dell’ospitalità e dei rapporti tra ospite e ospitante. Essa si reggeva su un sistema di prescrizioni e consuetudini non scritte, che avevano alla base tre regole:
• il rispetto del padrone di casa verso l’ospite,
• il rispetto dell’ospite verso il padrone di casa,
• la reciproca consegna di un dono.
Così si stabilivano vincoli tra tutti, con ciò che questo comporta: vincoli di pace, di amore, di odio, di tradimento (“disvincoli”), ecc. Così la società (non altro che vincoli tra cittadini) andava avanti. E oggi? Che accade con i vincoli nei tempi di oggi? Questo seminario è un invito a ripensare il concetto di vincolo in un mondo sempre più rinchiuso nell’individuo piuttosto che nel soggetto. Il termine attraverserà tre opere: Gli sdraiati di Michele Serra, La figlia oscura di Elena Ferrante e Cronaca Familiare di Vasco Pratolini. In questo percorso, la proposta sarà pensare alla contemporaneità con un argomento che ci obbliga a scavarci dentro ma, soprattutto, a guardare necessariamente chi abbiamo accanto.

Docente: prof.ssa MARISA CICCARELLI

Sede Belgrano – Virrey del Pino 2750

Giorno e orario: martedì dalle 13:00 alle 16:00
Data di inizio: 28/8/2018. Sono 15 lezioni.
Codice del corso: 32-617-002

Giorno e orario: mercoledì dalle 13:00 alle 16:00
Data di inizio: 29/8/2018. Sono 15 lezioni.
Codice del corso: 32-617-003

Giorno e orario: sabato dalle 10:00 alle 13:00
Data di inizio: 1/9/2018. Sono 15 lezioni.
Codice del corso: 32-617-006

Sede Palermo – Scalabrini Ortiz 2840

Giorno e orario: venerdì dalle 18:00 alle 21:00
Data di inizio: 31/8/2018. Sono 15 lezioni.
Codice del corso: 37-617-001

L’italiano a teatro

Questo corso ha due obiettivi principali: da una parte, percorrere la storia del teatro italiano attraverso alcuni testi scelti, dalla Commedia dell'Arte a Dario Fo; dall'altra, aiutare i partecipanti a incontrare la lingua italiana parlata per migliorare la propria dizione e pronuncia. Quindi, le introduzioni ci forniranno il contesto in cui sono nate le opere che verranno studiate (storia, geografia, autori, ecc.); e la lettura dei testi teatrali, lo strumento per metterci in gioco assumendo i diversi ruoli dal punto di vista linguistico nonché psicologico e sociale.
Docente: prof. NÉSTOR SAPORITI

Sede Centro – Junín 222

Giorno e orario: mercoledì dalle 09:00 alle 12:00
Data di inizio: 29/8/2018. Sono 15 lezioni.
Codice del corso: 30-617-002

Chi dice donna dice danno
Le donne, mito e realtà.

Sin da tempi remoti la donna è stata motivo di controversie e gli antichi hanno lasciato tante tracce riferite ad esse: donne amate, donne odiate, donne temute, donne rapite. Scoprire l'universo delle donne del mito aprirà, nel dibattito di ogni lezione, alla riflessione sui rapporti tra il classico e il moderno, tra la mitologia e il presente.
Docente: prof.ssa MARISA CICCARELLI

Sede Belgrano – Virrey del Pino 2750

Giorno e orario: mercoledì dalle 16:00 alle 19:00
Data di inizio: 29/8/2018. Sono 15 lezioni.
Codice del corso: 32-617-005

Classici e moderni. Viaggio incantato tra le pagine di alcuni scrittori di ieri, di oggi e di sempre

«D’un classico ogni rilettura è una lettura di scoperta come la prima». «Un classico è un libro che non ha mai finito di dire quel che ha da dire». «I classici sono libri che quanto più si crede di conoscere per sentito dire, tanto più – quando si leggono davvero – si trovano nuovi, inaspettati, insoliti». Ecco il nostro punto di partenza: i classici, così definiti da Calvino. Questi incontri saranno destinati a viaggiare (dove il concetto di “viaggio” ci porti) tra autori sempre sentiti, ammirati, ma forse per questo stesso motivo non veramente conosciuti. Dante sarà il nostro Virgilio e, lungo alcune soste tra l’Inferno, il Purgatorio e il Paradiso, ci permetterà di andare e venire attraverso il tempo sulle pagine di classici e moderni che pure propongono di viaggiare, discendere e salire tra altri cerchi e nuovi cieli.
Docente: prof.ssa MARISA CICCARELLI

Sede Belgrano – Virrey del Pino 2750

Giorno e orario: mercoledì dalle 19:00 alle 22:00
Data di inizio: 29/8/2018. Sono 15 lezioni.
Codice del corso: 32-617-004

L’italiano vien teatrando 2

In questo seminario continueremo il percorso all'interno del teatro italiano, concentrandoci soprattutto su autori del Novecento. Cominceremo con il teatro napoletano di Eduardo De Filippo (erede della commedia dell’arte, di Pulcinella e del teatro di varietà), che mette in scena i rapporti dell’individuo con la famiglia. Passeremo poi a Dino Buzzati che ci permetterà di indagare l’Italia degli anni Sessanta e ci soffermeremo infine su autori e autrici dell’attualità. I protagonisti di questa seconda parte del seminario saranno quindi il teatro civile contemporaneo di Marco Paolini e Ascanio Celestini, il teatro siciliano di Emma Dante e i feroci ritratti di gioventù italiana del drammaturgo Fausto Paravidino.
Durante il seminario si alterneranno al lavoro di analisi e lettura dei testi, attività volte all’esercizio della lingua scritta, come per esempio esperimenti di scrittura sulla trasformazione di un racconto in un testo drammatico e viceversa. Particolare attenzione verrà data anche alla lingua orale, approfitteremo infatti del testo drammatico per allenare la lettura ad alta voce ed esplorare codici espressivi non verbali (i gesti, la postura del corpo, le espressioni del viso, la modulazione della voce).

Docente: prof.ssa VITTORIA TAMBASCO

Sede Belgrano – Virrey del Pino 2750

Giorno e orario: venerdì dalle 09:30 alle 12:30
Data di inizio: 31/8/2018. Sono 15 lezioni.
Codice del corso: 32-617-001

Il carattere italiano

L'unità nazionale non è riuscita in Italia a unificare una popolazione da sempre divisa e servile. Eppure è proprio a partire del Risorgimento che si fondano alcuni aspetti del carattere nazionale che sopravviveranno ai cambiamenti sociali, storici, tecnologici. Attraverso le pagine che narratori, giornalisti e saggisti hanno dedicato a vari aspetti dei propri compatrioti, si vuole esplorare l'evoluzione del carattere nazionale, dal dopoguerra a oggi. Il corso si focalizza sulla lettura e discussione di memorie, diari, inchieste, saggi e corsivi di dodici autori italiani.
Carlo Levi, Cristo si è fermato a Eboli
Elsa Morante, Diario
Giorgio Bocca, Miracolo all’italiana
Pier Paolo Pasolini, Scritti corsari
Giulio Bollati, L’italiano
Guido Ceronetti, Albergo Italia
Raffaele La Capria, L’armonia perduta
Nicola Chiaromonte, Il tarlo della coscienza
Alberto Arbasino, Paesaggi italiani con zombi
Corrado Stajano, Patrie smarrite
Giorgio Manganelli, Mammifero italiano
Cesare Garboli, Ricordi tristi e civili

Docente: prof. ORAZIO LEOGRANDE

Sede Facultad de Agronomía – Avenida San Martín 4453 – Pabellón Parodi
Giorno e orario: sabato dalle 10:00 alle 13:00
Data di inizio: 1/9/2018. Sono 15 lezioni.
Codice del corso: 31-617-001

Odisseo torna a casa
La guerra di Troia è finita. Gli achei hanno distrutto la città e vogliono tornare in patria. Odisseo inizia il lungo viaggio verso Itaca. Quando ormai vede le coste del suo regno, una tempesta spinge la sua flotta in un mondo sconosciuto, un mondo altro. Sullo specchio delle avventure che affronterà si riflette oggi il mondo moderno. I racconti e le credenze dei greci aprono al dibattito sul presente, sulla religione, sull’etica, sulla vita.
Uno sguardo sulla religione, in particolare sul capitalismo come religione.

Le letture: Omero Odissea libri IX e X; J.-P. Vernant, C'era una volta Ulisse e L'universo, gli dei, gli uomini; Genesi e Vangelo secondo Giovanni (prologo) testo italiano della Bibbia di Gerusalemme; Esiodo, Teogonia; C. Pavese, Dialoghi con Leucò; G. Agamben, Il capitalismo come religione.
Docente: prof. VICENTE LA SORSA

Sede Centro – Junín 222

Giorno e orario: giovedì dalle 13:00 alle 16:00
Data di inizio: 30/8/2018. Sono 15 lezioni.
Codice del corso: 30-617-001

 
Novedades del CUI

- Ley 25.326 art. 27 inciso 3ro: El titular podrá, en cualquier momento, solicitar el retiro o bloqueo de su nombre de los bancos de datos a los que se refiere el presente artículo. Decreto 1158/01 art 27 párrafo 3ro: En toda comunicación con fines de publicidad que se realice por correo, teléfono, correo electrónico, internet u otro medio a distancia a conocer, se deberá indicar, en forma expresa y destacada, la posibilidad del titular del dato de solicitar el retiro o bloqueo, total o parcial, de su nombre de la base de datos. A pedido del interesado, se deberá informar el nombre del responsable o usuario del banco de datos que proveyó la información. 

- Este correo electrónico se libra al amparo de la ley 26.032, que incluye a la información a través del servicio de Internet en la garantía constitucional que ampara la libertad de expresión. La empresa no tiene intención de generar correo no deseado. Si continúa recibiendo nuestra información puede estar también en nuestra base con otra cuenta de e-mail.

Imágenes ilustrativas: Copyright© CUI Todos los derechos reservados.